IL PERCORSO

La prima visita

Dopo diverse consulte con ginecologi italiani vi comunicano che la tecnica di riproduzione assistita alla quale dovete sottomettervi non può essere realizzata in Italia, o farla all’estero offre maggiori probabilità di successo.
Inizierete, dunque, la ricerca del centro di riproduzione assisitita, e, in cosequenza, avrete il primo contatto con i professionali che vi aiuteranno a compiere il sogno di diventare genitori.

Il primo contatto con noi può essere fatto telefonicamente (attraverso il cellulare 0034637046065) oppure via e-mail: carolina@riproduzionespagna.com, attraverso Carolina Fort, che vi assisterà durante tutto il percorso.

La prima visita al centro si svolge in un’ unica giornata, nella quale si realizzano tutti i colloqui necessari per poter valutare la situazione nel suo complesso.

Sono imprescindibile i colloqui con l’andrologo per valutare la parte maschile e con il ginecologo per quella femminile.

Cosa succede nelle visite mediche?

LA VISITA ANDROLOGICA

Il colloquio con l’andrologo si struttura attraverso tre fasi d’analisi:
▪ L’ anamnesi degli antecedenti medici e riproduttivi dell’uomo.
▪ La valutazione degli esami richiesti per la prima visita così come tutti quelli realizzati con anteriorità.
▪ Esplorazione del sistema riproduttivo maschile.
In questo colloquio è tipico che si richiedano ulteriori esami come il REM (conteggio di spermatozoi mobili) ed il FISH (studio sulle percentuali di spermatozoi con alterazioni cromosomiche).

Nelle coppie che devono sottoporsi ad una ovodonazione, lo stesso giorno della prima visita si procede all’estrazione di un campione di sperma per il suo congelamento.

Nei casi di tecniche di riproduzione eterologhe (donazione di seme) sarà anche in questo caso l’andrologo chi effettuerà la scelta del donatore più idoneo per ogni coppia, tenendo in considerazione le caratteristiche fenotipiche della questa.

Gli esami richiesti per la visita andrologica sono i seguenti:

  • Spermiogramma.
  • VCariotipo.
  • Screening della Fibrosi Cistica.
  • Massaggio prostatico, che è un metodo Analisi del sangue:
    • ▪ Gruppo sanguigno
    • ▪ HIV
    • ▪ HCV (Epatite C)
    • ▪ Test di Lues o Sifilide (RPR)

Dipendendo da ogni situazione è possibile siano richiesti ulteriori esami.

LA VISITA GINECOLOGICA

Nella visita ginecologica col Dott. Xavier Garcia si realizzerà:
L’ anamnesi sugli antecedenti medici e ginecologici per valutare lo stato della donna che dovrà affrontare la gravidanza; le gravidanze precedente; le tecniche di riproduzione effettuate anteriormente, ecc. Come nel caso della visita maschile, durante la visita ginecologica femminile si realizza un’ esplorazione ginecologica che consiste:

▪Esplorazione mammaria (per scartare possibili noduli che necessitino d’ ulteriori esami)
▪Ecografia transvaginale e tatto vaginale (per valutare la struttura dell’utero e delle ovaie per scartare possibili malformazioni, così come presenza di miomi o altre immagini, allo stesso tempo che si valuterà l’aspetto delle ovaie e capacità di funzionamento)
▪Pap-test e tampone vaginale.
▪Test del ‘transfer’: Il giorno della prima visita si realizza una simulazione del trasferimento degli embrioni attraverso l’uso di un sottile catetere (lo stesso impiegato nel momento del trasferimento degli embrioni) per assicurare la possibilità di poter utilizzare questo metodo, oppure per poter conoscere, in anticipo, le possibili particolarità dell’ accesso alla cavità uterina, e, finalmente, valutare la tolleranza della donna, anche se si tratta d’ un processo indolore.

Gli esami richiesti nella prima visita ginecologica sono i seguenti:

  • Pap test e tampone vaginale con meno d’un anno d’anticihità (può essere fatto lo stesso giorno della prima visita ed è compreso nel prezzo della visita)
  • Mammografia fatta meno d’un anno prima in donne con più di 35 anni
  • Cariotipo
  • Screening della Fibrosi Cistica
  • Densitometria ossea in donne con più di 45 anni.
  • Elettrocardiogramma o prova di sforzo in donne con più di 45 anni
  • Analisi del sangue (devono essere stati fatti 6 mesi prima della visita e realizzati il terzo giorno del ciclo della mestruazione per i valori ormonali, il resto degli esami può essere fatto qualsiasi giorno del ciclo). Si deve studiare:
    • ▪ Emocromo
    • ▪ Gruppo sanguigno
    • ▪ Prove di coagulazione(TP,TTP)
    • ▪ Glucosio
    • ▪ Urea
    • ▪ Creatinina
    • ▪ Transaminase epatiche
    • ▪ Anticorpi IgG ed IgM Anti-toxoplasmosi
    • ▪ Anticorpi IgG ed IgM Anti-rosolia
    • ▪ HIV
    • ▪ HCV (epatite C)
    • ▪ Markers epatite B
    • ▪ Test di Lues o Sifilide (RPR)
    • ▪ TSH e T3 liberi
    • ▪ FSH,LH,Estradiolo e Prolattina ( i valori ormonali devono essere fatti in un terzo giorno del ciclo).

Tutti questi esami possono essere fatti in Italia in modo da portarli con sè nella prima visita.

Il dottore Garcia nella visita valuterà anche tutti i tentativi precedenti di tecniche di riproduzione assistita per poter scegliere la tecnica di riproduzione assistita ed il protocollo più idoneo.
Nella visita ginecologica ci sarà presente l’assistente del dottore: Carolina Fort per così conoscere le particolarità dei fattori maschili e femminili e della sua globalità.

In seguito alla visita ginecologica, avviene un colloquio più informale con Carolina Fort, l’incontro ha come finalità:
Chiarire tutti i dubbi che siano nati durante la visita andrologica e quella ginecologica

▪ Si consegna il protocollo della tecnica di riproduzione assistita indicata per i dottori.
▪ Si consegnano i consensi informati per ogni coppia. Questi devono essere ultimati e firmati prima dell’inizio della tecnica di riproduzione assistita.
▪ Si spiegano i diversi preventivi per ogni situazione.
▪ S’ inizia a valutare il timing per effettuare la tecnica di riproduzione assistita.

In questo incontro s’ aiuta anche nella scelta di decisioni che non competono ai dottori ma soltanto alla coppia. Scelte come per esempio optare per una tecnica di riproduzione o un’ altra, se provare una tecnica nuova o riprovare l’antica. Questo sostegno da parte di Carolina Fort continua dopo la prima visita attraverso il contatto telefonico o via e-mail.

Per il compimento della prima visita cerchiamo d’ adattare i giorni e gli orari dipendendo dalle necessità d’ ogni coppia. Un giorno ideale per l’esecuzione della prima visita è il venerdì pomeriggio, il che permette alla coppia di non dover giustificare la propria assenza nel lavoro o nella famiglia, convertendosi in un viaggio di weekend a Barcellona.